L’ attesa per una nuova vita!

Dedico questo articolo alla mia allieva Maria che stà aspettando la sua prima bimba.!! Oggi l’ho sentita e mi ha fatto sorridere una sua frase “

“.. io sto bene, sono finalmente in maternità e sono qui che aspetto, aspetto e aspetto! “

La mia mente è tornata indietro a circa 20 mesi fà quando anche io aspettavo aspettavo e aspettavo e all’improvviso poi è arrivato il momento ma ancora dovevo aspettare chissà quante ore, il fatto è che non si è mai pronti e si pensa che c’è tempo.

.…e intanto aspetto, aspetto e aspetto…!

Ma questo momento alla fine lo decidiamo insieme mamma e bambino inconsciamente noi diamo a nostro figlio/a l’appuntamento per incontrarci finalmente!

Mi ricordo molto bene che io quella sera avevo la “sensazione” che sarebbe stata la sera dell’incontro, infatti non ho preso parte al consueto appuntamento del benessere che a quel tempo conducevamo con la mia amica psicologa Danila; rimasi a casa e così aspettai che lui mi facesse un cenno per capire se era pronto e puff

Si sono rotte le acque amore che facciamo? Keep calm…!

Ceniamo, doccia e poi si parte!

Avevo preparato tutto e mi ero fatta le mie idee su: meditazione di Osho con cassa musica e poi il respiro e la vasca dell’acqua perché io volevo partorire in acqua..

Prepariamoci bene…!!

Ma non c’è stato niente di quello che io avevo immaginato e tutto è stato molto diverso, ma mi ricordo i suoi occhietti il suo respiro e mi ricordo la sua pelle morbida e delicata. Pochi minuti insieme per capire che era già amore!

Dedico a tutte le mamme questo articolo perché siano consapevoli di non avere aspettative di chiedere al proprio compagno supporto su mantenere la mente lucida e forte perché chi sarà lí con voi riuscirà a supportarvi più di quanto voi stesse non potete fare nonostante abbiate fatto un corso di yoga o addirittura siete insegnanti di yoga..!

Io insegnante di yoga ho pianto perché non ho saputo guidare Achille con la mia voce che era l’unica voce che lui conosceva, non ho preso la calma necessaria per essere fredda e distaccata e entrare in contatto con il mio piccolo.. lui/lei ti ascolta si fida di te e seguirà la tua voce per attraversare quel canale stretto che lo condurrà alla fine della gestazione ma ad un nuovo inizio!

Ci vuole un coach una persona forte mentalmente ma dolce che ti possa coccolare e dare forza che sappia entrare in empatia con te con il tuo dolore, ma anche con la tua gioia di voler finalmente vedere la creatura che hai portato per nove mesi..!

“Ci vuole un corso di yoga per accompagnatori che assisteranno le donne durante il travaglio

Però ci vorrebbe un corso di yoga anche per ostetriche e ginecologi; è veramente importante che chi segue la donna in questo passaggio sia compassionevole e empatico/a, che sappia accogliere supportare e accompagnare la coppia nella strada giusta per un parto positivo che altro non è che la cosa più normale e naturale.

www.ilpartopositivo.com

Se vuoi seguire il mio blog puoi scrivere a annam.zullo@gmail.com sarai aggiunto alla mia newsletter .!

Puoi scrivermi anche se vuoi saperne di più sullo yoga in gravidanza per mamma o per la coppia.

Namastè 🙏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *